Perché le persone spirituali hanno problemi economici

Spesso le persone legate ai percorsi spirituali hanno problemi economici, così spesso che viene quasi da pensare che proprio tali percorsi ne siano la causa. Ma la ragione è invece più remota; sono proprio le anime più antiche che hanno SCELTO di sperimentare i problemi economici in questa vita terrena.

 Può sembrare assurdo, ma talvolta le ragioni dello spirito funzionano al contrario rispetto a quelle della materia.
Come nel negativo di una fotografia “l’ombra”, il lato buio, non solo non è qualcosa contro la riuscita dell’immagine, al contrario, è proprio ciò che le consente di manifestarsi, di avere una forma, di essere visibile.

Quindi perché le anime antiche hanno scelto questo tipo di “negativo”?

Perché essendo l’aspetto economico estremamente legato e connesso alla sopravvivenza, qualunque problema in quell’ambito NON può essere ignorato, e non lo si può ignorare finché non venga risolto.

L’anima in questo modo si assicura di arrivare a tutte le esperienze evolutive che si era prefissa prima di venire, a tutte le conoscenze e a tutte le comprensioni che solo un’immersione profonda dentro di sé può garantire.

E quale motore migliore se non la mancanza di soldi?

Senza denaro non si può vivere, non è una cosa che si possa trascurare, dimenticare, lasciare indietro. E’ il pensiero principale fino al momento in cui non si comprendono tutte le lezioni e il nodo finalmente si scioglie.

Quindi:

grazie al fatto che per la mente l’ossessione è il denaro, per l’anima l’ossessione PUÒ essere Dio.

Non è paradossale?

NON è il percorso spirituale che crea povertà.

È la povertà che CREA il percorso spirituale.

Come la corda di un’àncora sommersa negli abissi e che a nostra insaputa ci blocca nell’avanzare, le nostre questioni irrisolte sono li, nascoste nell’inconscio, scivolate nell’oblio del tempo.
Ma la mancanza di soldi per essere risolta ci porta via via, come subacquei in cerca di tesori, a raggiungere tutti i nodi che provengono dal passato, dall’eredità familiare, dalle precedenti incarnazioni.

Inoltre questa difficoltà spinge la persona a cercare dentro di sé le proprie più sconosciute risorse, i propri sogni, perché QUESTA è la vita in cui le anime pronte possono finalmente realizzare il proprio piano divino, la propria missione.

Questa esperienza terrena è molto importante, la più importante nella storia di questo pianeta, nella storia dell’umanità, perché in questo tempo tutto può essere pulito, tutto può essere liberato, ogni anima pronta può sperimentare la realizzazione di Sé, nel proprio sogno.

Ed ecco che la mancanza di denaro, la mancanza di lavoro, la sensazione che tante strade siano chiuse, sprona come non mai a cercare soluzioni nuove, diverse, soluzioni che ci elevino in verticale visto che in orizzontale sembra impossibile muoversi. E l’anima trova così una breccia, uno spiraglio per iniziare a proiettare anche nella mente il sogno di Sé. Il Sogno del piano divino che è venuta a manifestare.

C’è inoltre un’altra ragione per la temeraria scelta di scendere su questo piano terreno con risorse economiche limitate proprio ora, proprio in questa vita in cui sembra più assurdo. Da un lato infatti viene detto che adesso è possibile realizzare la massima abbondanza, il massimo potenziale, e allo stesso tempo spesso mancano anche i soldi per arrivare a fine mese.

È quindi un inganno forse?

No, non lo è affatto.

L’abbondanza è il potenziale di questo tempo maestoso, ma questo è anche il tempo dei MAESTRI. L’abbondanza è proprio lì, oltre al velo, in un potenziale così elevato e così pronto che la mente non può nemmeno immaginarlo. Ma per alzare quel limite sottile, per entrare in risonanza con quel genere di ricchezza e di abbondanza, è necessario oggi aumentare le proprie vibrazioni, è necessario smettere di avere riferimenti esterni, è necessario diventare Maestri di sé stessi.

Quindi l’anima saggia, l’anima antica, per assicurarsi di non diventare dipendente da altre persone per le risposte che si pone, nella mancanza di denaro trova un grande alleato. Perché dove le domande ci sono, ma non ci sono i soldi sufficienti per fare lunghi percorsi con terapeuti o altri operatori, ad un certo punto l’unico luogo in cui si può cercare è proprio dentro di sé, nel proprio Maestro Interiore, nel proprio Sè Divino.

La mancanza di denaro per le persone che stanno facendo un percorso spirituale non è una sconfitta, non deve essere una vergogna, non è un fallimento dei passi fatti o delle tecniche imparate. Se nonostante tanti anni di percorso la questione non si è ancora risolta è solo perché non è il momento, ancora per un pochino l’anima ha bisogno di tenere acceso questo motore per arrivare esattamente dove si era prefissa.

E la ragione è che, in questo momento in cui tutto è pronto per fare il salto, solo il desiderio ardente dell’anima, unito al desiderio ardente della mente pronta o che semplicemente non ce la fa più e chiede di arrendersi, di andarsene, portano a completare l’ascensione.

Quindi per quanto difficile, per quanto sia dura, per quanta stanchezza ci sia ormai per questa estenuante lotta, se hai problemi economici, è perché sei un’anima antica.

E se nonostante i tuoi tanti sforzi li hai ancora e non capisci perché, sappi che hai fatto tutto bene, sappi che sei esattamente dove devi essere perché, come un arciere, la tua anima ti sta ora tirando indietro, per poi scagliarti nel suo Sogno.

 

Fonte: http://camminanelsole.com/perche-le-persone-spirituali-hanno-problemi-economici/

Contatti

 

tel/cell: 392 1502590 / 339 1051117

e-mail: info@isolachenonce-online.it

Telegram

Whatsapp: 392 1502590

La newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato su quello che succede all'Isola che non c'è!!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
© 2018 L'Isola che non c'è . Tutti i diritti riservati - All Rights Reserved